Uno dei punti qualificanti delle attività di ricerca consiste nell’esame di taglio storico delle fasi di sviluppo della scienza politica. La grande importanza dell’analisi della politica in Italia ha poi indotto alcuni ricercatori del Dipartimento a interessarsi a diversi aspetti di questa fase di transizione. Sono così stati pubblicati – o sono attualmente in fase di pubblicazione – alcuni studi concernenti il cambiamento che ha interessato il sistema dei partiti, le nuove logiche di comportamento degli elettori, l’attività dei gruppi di pressione, il ruolo delle istituzioni politiche e della burocrazia all’interno del rinnovato sistema politico , lo sviluppo del sistema politico europeo.
In campo teorico sono stati prodotti contributi sui regimi democratici considerati in prospettiva comparata, sulle politiche adottate dai governi con particolare riferimento alla direzione dell’economia, sulla democrazia deliberativa, sulle élite e la formazione della classe dirigente.
Nel settore delle relazioni interazioni e delle istituzioni comparate le ricerche si concentrano sullo studio degli attori, dei modelli, delle strutture e delle dinamiche delle relazioni internazionali, anche in una prospettiva di comparazione istituzionale, sia a livello empirico (partiti e sistemi di partito nell’UE, governi e banche centrali ) sia a livello teorico, con particolare riferimento alla nascita ed evoluzione della forma di governo parlamentare nelle democrazie occidentali (Francia, Germania, Italia, Regno Unito).